#FOLLOWTHELIGHT
   

 

 

 

Sacre Tour 

 

 

"Sacre Tour" è un progetto di valorizzazione del turismo religioso che vede come centro propulsivo la Casa dei Padri ad Armeno sulle pendici del Lago d'Orta. Nel progetto, finanziato da Fondazione Cariplo, la nostra società si occupa della progettazione di una segnaletica evoluta fondata sull'utilizzo della luce. Il 14 agosto 2017 abbiamo proposto ai numerosi residenti e turisti una interpretazione della facciata della chiesa romanica di Santa Maria Assunta, con proiezioni di immagini dell'interno realizzate dalla fotografa Tatjana Iveges, nostra ospite grazie al Programma Erasmus for Young Entrepreneurs. Nel nostro stile, le proiezioni di immagini su grandi superfici si intrecciano con il ridisegno architettonico della facciata, utilizzando appieno le potenzialità dello strumento videomapping.

Si è concluso a ottobre questo progetto. Realizzato da numerosi partner tra cui la cooperativa Aurive che ha deciso di investire sulla mappatura degli itinerari dei beni di culto presenti sul territorio cercando una soluzione innovativa sulla promozione del bene.

Dinnanzi ad una massiccia presenza di segnaletica fissa il team di Aurive ha spostato l’attenzione su un concept innovativo. Ovvero investire sulla luce per promuovere il valore del bene artistico presente nel territorio ( chiesa, edicola, via crucis etcc) valorizzandone non solo gli aspetti storico culturali ma visto come esperienza da poter vivere in solitudine  (o insieme ad altre persone) circondati dal silenzio del luogo,  lasciando spazio anche alla meditazione personale.

Tutto questo è possibile grazie all’innovativa tecnica del Videomapping che permette di realizzare proiezioni di luce su facciate di edifici.

 La luce non è invasiva e non impatta sui beni culturali. Non è una scoperta ma una constatazione forse mai considerata in ambito promozionale turistico che Luca Martelli, vice presidente di Aurive ha saputo cogliere e dettagliatamente illustrare: “Abbiamo usato questa progettazione per arrivare ad una prototipazione di un mapping box portatile. Si tratta di una piccola scatola portatile in cui vi è contenuta un mini proiettore collegato ad un mini computer (la scheda raspberry) che ne consente il funzionamento. E’ una piccola sedia con un proiettore facilmente programmabile e di basso costo, che ci permette in questo contesto di dotare la Casa dei Padri di Armeno, da cui partono le visite, di uno strumento messo a disposizione delle persone che vi soggiornano. Su un pannello da noi realizzato che verrà posto all’ingresso della Casa dei Padri, sono state mappate ben 8 chiese e 12 edicole. Con il mapping box gli interessati si potranno recare in piena autonomia dinnanzi al luogo scelto e decidere di “gustare” all’imbrunire oppure in alcuni momenti del giorno dove non è presente la luce del sole, opere d’arte illuminate da fasci di luce appositamente creati per valorizzarle, posizionando la mapping box secondo facili istruzioni”.

E’ una proposta turistica che suscita l’interesse di un pubblico anche straniero e non necessariamente cattolico. Si pensi ai percorsi devozionali in Italia, come la via Francigena e il Cammino di Santiago, frequentati in questi ultimi anni da migliaia di persone con le motivazioni più diverse.

Siamo davanti ad una modalità innovativa impiegata per apprezzare anche sentieri, percorsi devozionali nella stagione estiva per via delle temperature miti, ma possibili anche in altri periodi dell’anno. Un saggio di proiezioni video mapping sono state effettuate la scorsa stagione sulla facciata della parrochiale di Armeno, come ha ricordato il sindaco, che sostiene con entusiasmo il lavoro svolto dallo staff di Aurive. Accanto alla prototipazione Aurive in questo progetto inserisce l’impiego del video mapping già consolidato, per raccontare con la luce, in occasione di eventi religiosi e non, luoghi di culto e beni artistici in generale

I costi di realizzazione della mapping box portatile, essendo legati agli alti costi delle batterie di alimentazione, ammontano a 3 mila euro.  La cifra scenderebbe a 2 mila euro se, invece, fosse possibile dotare l’allaccio della mapping box potatile alla corrente elettrica, laddove sia presente un collegamento.

 

 

 

FacebookTwitterLinkedInPinterest
Pin It
Electric Land srl, Via Ugo Sironi, 5 - 28921 Verbania (VB) P.IVA: 02400500035 Powered by Landexplorer
Top